Teatro Miela
spazioitalianospazioenglishspaziohomecalendariostoriainfobiglietteriatrasparenzadove siamoservizisearchnewsletter

musica
musiclive
trieste is rock
miela next
cinema
collezione-primavera-estate
la stagione del raccolto
scienza
mi&lab
satira
pupkin
pupkin news
produzioni
open miela
note in caffe
prosa
altri percorsi
onoff
rassegne
satie
s\paesati




twitter

 




Il progetto «Women of the Resistance» è stato finanziato dall'Unione europea nell’ambito del programma «Europa per i cittadini»
scarica il documento completo



21 aprile 2016  Sulle tracce delle donne della Resistenza


Si è concluso questa mattina il progetto europeo WOMEN OF THE RESISTANCE    con il percorso “Sulle tracce delle donne della Resistenza” organizzato dalla cooperativa Bonawentura, uno dei partner di questo progetto che vuole riflettere sull’importanza della Resistenza delle donne per il cambiamento sociale e per i valori che oggi tutti noi europei condividiamo.

La giornata  di oggi  è stata  dedicata ai ragazzi  che hanno seguito in questi mesi i  laboratori nelle scuole superiori di Friuli Venezia Giulia, Slovenia e Croazia.

Il gruppo di più di duecento studenti ha seguito un  percorso “Sulle Tracce delle donne della resistenza a Trieste” , curato da Sabrina Morena.  Il gruppo è partito dalla Risiera, poi è entrato nella Casa circondariale  più conosciuto come il carcere del Coroneo, poi è passato al Conservatorio Tartini e per finire alla stazione,   ascoltando Laura Bussani , Elena Husu, Marcela Serli, Nikla Petruska Panizon , Giustina Testa , Miriam Monica le attrici che hanno dato voce alle testimonianze delle partigiane Cecilia Deganutti, Marja Barut, Zora Matijević, Zorka Mervič Leghissa, Laura Petracco Negrelli, Vlada Bidovec “Morana”, Giuditta Giraldi e Ondina Peteani.  Le testimonianze sono state tutte recitate in italiano, sloveno e croato e la giornata è stata un'occasione affinchè gli studenti si incontrassero e conoscessero i luoghi in cui le partigiane dimostrarono tutta la loro capacità di resistere in nome della libertà. Con le parole di Ondina Peteani “E' bello vivere liberi si è concluso il percorso toccante e commuovente delle partigiane.

La mattinata lunga e molto intensa ha avuto un epilogo alle 14.00 al   Teatro Miela  con un incontro  tra Lorena Fornasir e Erika Rossi e la visione di  spezzoni del documentario Tutte le anime del mio corpo.



**********************************************************************************************

Comunicato stampa per la presentazione del progetto europeo
DONNE DELLA RESISTENZA
bando EUROPE FOR CITIZENS/ EUROPA PER I CITTADINI
Strand 1 - European remembrance /memoria europea


“Donne della Resistenza” è un progetto che nasce dalla scoperta del diario Maria Antonietta Moro, una partigiana nata sul confine italo-sloveno che ha combattuto per la liberazione dalle truppe fasciste e naziste prima a fianco dei partigiani Yugoslavi, e poi a fianco degli italiani.

Il primo obiettivo è quello di far riflettere i giovani sulla storia e sugli ideali che hanno mosso gli animi di innumerevoli donne, come ad esempio Maria Antonietta. Senza la loro lotta contro l'ingiustizia il nostro presente sarebbe molto diverso da come lo conosciamo. Cercheremo di capire le ragioni per cui le donne si unirono alla Resistenza, cosa significa per una donna essere una Resistente oggi, quali sono i valori fondamentali che le donne della Resistenza hanno lasciato alle giovani generazioni.

In un secondo tempo abbiamo pensato di sviluppare una rete di associazioni che favorisca un profondo scambio di informazioni e materiale al fine di creare una maggiore consapevolezza sull'origine dei valori che sono alla base di una cittadinanza attiva europea ai giorni nostri. Le associazioni appartengono ai tre paesi confinanti: Italia, Slovenia e Croazia:
Kulturno izboraževalno društvo PiNA /
Associazione per la cultura e l'educazione PiNA - Koper/ Capodistria - Slovenia
Bonawentura soc. coop – Trieste - Italia
Associazione La Giordola – Marano – Italia
Associazione Quarantasettezeroquattro – Gorizia- Italia
Css Teatro Stabile di Innovazione del Friuli Venezia Giulia – Udine – Italia
Zaklade za poticanje partnerstva i razvoja civilnog društva/Fondazione per l’incentivazione del partenariato e lo sviluppo della società civile - Croazia
Istarska županija /Regione Istriana - Croazia

Attività del progetto
– più di 60 laboratori nelle scuole superiori di Friuli Venezia Giulia, Slovenia e Croazia
– Bando per temi e cortometraggi sul tema “Donne e resistenza”
– un percorso storico “Sulle orme delle donne della Resistenza a Trieste”, la presentazione del documentario sul diario di Maria Antonietta Moro, la premiazione dei migliori cortometraggi e temi al Teatro Miela– il 21 aprile 2016 a Trieste, Italia.
– Una conferenza sulle donne della Resistenza a Udine il 4 marzo 2016, Italia.

Con questo progetto vogliamo mettere in evidenza la battaglia comune delle donne per I valori che oggi noi europei condividiamo.
Vogliamo inoltre rimarcare quanto importante e difficile sia stato lo sforzo delle donne per reagire, e usare questi esempi per spingere i giovani a riflettere sui valori per i quali agirono queste donne, sui sacrifici che ne conseguirono, sull'eredità che ci hanno lasciato e sui cambiamenti che queste azioni hanno generato e continuano a generare nella società.

Il ruolo delle donne è misconosciuto nelle storie ufficiali della maggior parte dei paesi europei. La Resistenza sta diventando un tema ostico, soprattuto per l'avanzata dei populismi e la generale crisi di valori, dimenticando che sulla Resistenza si fonda la pace europea. Il welfare e lo stato sociale del dopoguerra è stato un diretto risultato dell'impegno nato nel grembo della Resistenza. L'esperienza delle donne può diventare un modello per le giovani generazioni europee che potranno superare la crisi solo attraverso la solidarietà e l'impegno.


Comunicato stampa : Italiano - English - Slovenski - Hrvatski
Programma convegno : Italiano - English - Slovenski - Hrvatski
Call for short video and essays : Italiano - English - Slovenski - Hrvatski







 
       
Teatro Miela - gestito da Bonawentura soc.coop. - p.iva 00746370329 - Privacy - Cookie Policy