con Laura Bussani
testi di Laura Bussani con la collaborazione di Alessandro Mizzi, Marko Sosic, Stefano Dongetti.
amichevole supervisione di Marko Sosic
musiche originali Etoile Filante
produzione Bonawentura

Pausa sigaretta ma anche tutte le altre pause dalla routine della vita, intervalli che si aprono inaspettati su confessioni tragicomiche, su ironiche e dolorose considerazioni e su ricordi più o meno veritieri che poi sfociano in improvvise esilaranti performance.

Laura Bussani dà vita a vari personaggi in un assolo strepitoso a metà tra lo spettacolo di cabaret e uno strampalato flusso di coscienza teatrale. “In pausa”, appunto, si può finalmente ricordare la Polonia dell’infanzia tra carte razionate per fare la spesa e la magia del teatro visto con occhi da bimba o l’Italia delle nonne fumatrici incallite che danno lezioni di vita…

Ma ecco che subito il comico irrompe con improbabili cantanti jazz alcoliste, badanti orientali, disoccupate bisognose di una pausa per poter fumare o addirittura zombie che perseguitano ex fumatori e eccentriche donne anziane che vogliono liberarsi dal vizio del fumo provando a lasciarsi andare a vizi d’altro tipo. Ecco così Ines, Armida. Ella Spritzgerald e tuta la galleria delle molteplici e complesse personalità del suo lavoro d’attrice che tentano di mettere da parte Laura Bussani e provare a rubarle la scena. Ce la faranno?

“Il filo logico c’è ed è saldo, perfino quando si verificano le situazioni più assurde  ed  esilaranti. Ed il pubblico è incantato” Martina Milokanovic

“Quota rosa dei Pupkin Kabarett,  Laura si è cimentata in questo assolo straordinario che attrae lo spettatore fin dalle prime battute, ricordi di un’infanzia in Polonia…Personalità forti e contrastanti quelle interpretate da Laura, che riesce a passare da una all’altra con una maestria unica. Uno spettacolo fresco e irriverente, diretto, che diverte e fa riflettere”. Martina Trombetta

Laura Bussani del Pupkin Kabarett nell’assolo polimorfo “Cik Pausa”.  Tema guida dello spettacolo, il fumo è il filo logico lungo cui l’attrice, funambolica, traslerà da un personaggio all’altro, e partendo da una Polonia di qualche decennio fa ci riporterà nell’odierna Trieste con una vecchietta tabagista che non disdegna la cannabis….”  Stefano Mattia Pribetti

Organizzazione: Bonawentura

Ingresso libero

Leggi di più

Acquista ora il tuo biglietto!

22
mercoledì
agosto
ore 21:00
Biglietti
Inizio Prevendita
Ingresso libero

Altri spettacoli che potrebbero interessarti