Teatro Miela
spazioitalianospazioenglishspaziohomecalendariostoriainfobiglietteriatrasparenzadove siamoservizisearchnewsletter

musica
musiclive
trieste is rock
miela next
cinema
la stagione del raccolto
scienza
mi&lab
satira
pupkin
pupkin news
produzioni
open miela
note in caffe
prosa
altri percorsi
onoff
rassegne
satie
s\paesati





twitter

 
     
calendario    simbolo
     

 

lun 22 gennaio 2018
ore 20.45
Teatro Miela


Concerto della giornata delle Memoria
QUINTETTO ABIMÀ
La Musica Degenerata per Clarinetto e Quartetto d’archi

L’attività musicale è una presenza costante dell’esperienza concentrazionaria e riveste un’importanza davvero centrale nel complesso e intricato tema della memoria e della rappresentazione. Malgrado ciò risulta un tema periferico e apparentemente meno rilevante nell’ambito degli studi tradizionali sulla Shoah.
Per questo motivo l’Associazione Musica Libera realizza da due anni il “Festival Viktor Ullmann” dedicato alla Musica Concentrazionaria – la musica composta dai deportati nei campi di concentramento e nei ghetti nazisti – e alla Musica Degenerata – la musica che il governo nazista considerava decadente e dannosa.
All’interno del Festival nasce il quintetto formato da clarinetto e quartetto d’archi che si prefigge di eseguire musiche “Degenerte” dedicate a questa formazione di musiche poco eseguite.
Compositori quali Ben Haim, Patrick Loiseleur, Hindemith, per citarne alcuni, sono autori molto importanti ma anche poco eseguiti.
Lo scopo del quintetto è far risuonare queste musiche composte da questi sfortunati autori che hanno dovuto subire da parte del Terzo Reich e della Germania nazista un annientamento fisico o culturale.
Il quintetto è composto da Davide Casali clarinettista, direttore d’orchestra e direttore artistico del Festival “Viktor Ullmann”, e da Ernest Cosenza primo violino, Paola Veronese secondo violino, Cristina Verità viola e Elisa Frausin violoncello tutti componenti dell’orchestra Abimà che da anni si occupano di eseguire queste musiche. Restiamo a disposizione per qualsiasi domanda in merito al programma definitivo da presentare.
Sono tutte musiche di autori poco eseguiti ma che hanno un forte impatto emotivo causato dalla loro esclusione artistica sia per motivi politici che religiosi.


Il programma della serata prevede l’esecuzione del quintetto per clarinetto di P.Ben Haim e di Alexandre Krein Esquisses Hebraiques op 12 alle quali seguiranno delle letture con l’attore Franko Korosec.

organizzazione: Associazione “Musica Libera” / Ente Regionale Teatrale del Friuli Venezia Giulia

Ingresso € 8,00, ridotto € 5,00, ridotto scuole secondarie di primo e secondo grado € 3,00.

 
       
Teatro Miela - gestito da Bonawentura soc.coop. - p.iva 00746370329 - Privacy - Cookie Policy