testo di Corrado Premuda
con Sara Alzetta
progetto a cura di Laura Forcessini
produzione /organizzazione Bonawentura

La donna è il soggetto più rappresentato nella storia dell’arte. Muse ispiratrici, immagini simboliche, persone amate: musei e gallerie sono pieni di ritratti femminili. Nella collezione del Museo Revoltella, al quinto piano, sono raggruppati molti artisti attivi a Trieste nei primi decenni del Novecento e in particolare è raccolta una bella collezione di ritratti femminili dipinti da nomi come Bruno Croatto, Marcello Dudovich, Piero Marussig, Edmondo Passauro, Carlo Sbisà, Dyalma Stultus. Alcuni quadri sono frutto di una committenza, altri di pura ispirazione, da alcuni trapelano le suggestioni della psicanalisi, in altri sono evidenti le influenze della pubblicità. Ma cosa c’è dietro a questo mondo borghese e agli studi dei pittori? Quali storie raccontano i quadri realizzati cent’anni fa? Amore, potere, moda, mistero, ironia tra le tele appese alle pareti.

organizzazione: Bonawentura in collaborazione con il Museo Revoltella

Biglietto € 10,00 (da 30 min prima dello spettacolo all’ingresso del museo). Prevendita: Teatro Miela, da lunedì a venerdì dalle 17 alle 19. Posti max 50

durata: 50 min ca

 

Leggi di più