Con Alberto Auricchio (Telethon Institute of Genetics and Medicine – TIGEM, Napoli) e Anna Cereseto (Università di Trento). Moderatore Mauro Giacca.

Alberto Auricchio
Telethon Institute of Genetics and Medicine – TIGEM, Napoli
Laureato in Medicina e Chirurgia alla “Federico II” di Napoli e specializzato in Pediatria presso l’Università di Milano, dopo un lungo periodo di ricerca a Philadelphia (USA) è rientrato in Italia all’Istituto Telethon di Genetica e Medicina (Tigem) di Napoli.
Dirige un gruppo di ricerca impegnato nello sviluppo di strategie di terapia genica per malattie genetiche dell’occhio, come l’amaurosi congenita di Leber e la sindrome di Stargardt, e del metabolismo, come la Mucopolisaccaridosi di tipo 6. Ha pubblicato oltre 130 articoli scientifici sulle principali riviste internazionali ed è professore ordinario di Genetica Medica presso il dipartimento di Scienze Biomediche Avanzate della “Federico II” di Napoli.

Del suo lavoro ama soprattutto “l’entusiasmo legato alla scoperta scientifica coniugato alla possibilità di avere impatto sulla salute dei pazienti con malattie rare”.
Anna Cereseto
Università di Trento
Anna Cereseto è Professore Ordinario di Virologia Molecolare all’Università di Trento, dove coordina un gruppo di ricercatori interessati alle applicazioni più avanzate delle biotecnologie per la terapia genica. Una carriera scientifica trascorsa a studiare i meccanismi biologici utilizzati dai virus per trasferire i propri geni nelle cellule, dopo la laurea all’Università di Genova i suoi studi proseguono negli Stati Uniti, al National Institute of Health, Bethesda, e poi a New York alla Cornell University e successivamente al Mount Sinai School of Medicine. Dopo dieci anni negli Stati Uniti rientra in Italia prima all’Istituto Superiore di Sanità a Roma, poi all’ICGEB di Trieste e infine, per 7 anni, alla Scuola Normale Superiore di Pisa. Quest’anno ha pubblicato su Nature Biotechnology la scoperta di evoCas9, la rivoluzionaria variante della proteina Cas9 che consente di modificare il DNA con una precisione assoluta. L’utilizzo di questa proteina permette ora la correzione precisa dei difetti genetici nelle malattie ereditarie.

organizzazione: International Centre for Genetic Engineering and Biotechnology (ICGEB)

Leggi di più