“Chi medicina piglia, mal s’informa”
LEONARDO E LA DIETA

introduzione semiseria con un ricercatore/attore dei Topi da laboratorio Bonawentura/Teatro Miela Trieste

GOLA… TRA VIZIO E PIACERE
modera Guecello di Porcia e Brugnera
in dialogo con Massimo Polidoro giornalista, scrittore e divulgatore scientifico e Simonetta Salvini, dietista e ricercatrice
Già nel ‘500 Leonardo si esprimeva a favore di una dieta bilanciata, povera di carne e alcolici. Con il passare dei secoli, la dieta si è gradualmente modificata aumentando considerevolmente la presenza dello zucchero a scapito di altre componenti nutrizionali, promuovendo   il concetto di “low fat”. Oggi la letteratura scientifica sta dimostrando come invece proprio lo zucchero possa essere considerato la “droga del nuovo millennio” per i meccanismi di assuefazione che crea. Come mai abbiamo perso la consapevolezza di concetti che erano noti già mezzo millennio fa? Quanto incidono questi cambiamenti nella dieta sulla salute globale della popolazione mondiale? Partendo da una descrizione della dieta leonardiana (era vegetariano?), affronteremo il tema del cibo come nutrizione, piacere e dipendenza.

CAFFÈ CORRETTO SCIENZA vuole condividere una visione della medicina che incoraggia  uno  sguardo  d’insieme  sulle  persone  e sulle loro patologie, superando la visione meccanicistica degli ultimi secoli. Un approccio che prende spunto dalle teorie di Leonardo da Vinci e che ha il coraggio di affrontare tematiche anche controverse in modo non convenzionale e partecipativo.
Negli incontri i medici saranno affiancati da studiosi di discipline umanistiche, sportivi ed esperti d’arte, in un dialogo costruttivo tra loro e con il pubblico.
Il progetto è un ampliamento dei Caffè scientifici e letterari che l’Università di Trieste da anni organizza nei caffè storici: conversazioni informali tra studiosi ed esperti, in cui si affrontano argomenti di forte attualità con un approccio multidisciplinare. L’iniziativa prevede inoltre tre incontri all’estero, presso istituzioni accademiche e di ricerca.
Il coinvolgimento del pubblico è affidato a un giovane ricercatore/attore del gruppo “Topi da laboratorio”, formatosi al talent show internazionale di divulgazione scientifica FameLab, che dagli esordi collabora con Bonawentura/Teatro Miela di Trieste.
Nel corso degli incontri i partecipanti saranno invitati a rispondere, usando il cellulare, ad alcune domande sugli argomenti trattati. L’accesso al questionario è libero collegandosi all’indirizzo bit.ly/2U96xdz, e le risposte forniranno dati importanti per la ricerca, secondo le modalità della Citizen Science.

organizzazione: Università di Trieste, Dipartimento Clinico di Scienze mediche, chirurgiche e della salute in collaborazione con Bonawentura

Ingresso libero

 

Leggi di più

Acquista ora il tuo biglietto!

19
giovedì
settembre
ore 18:00
Biglietti
Inizio Prevendita
Ingresso libero

Altri spettacoli che potrebbero interessarti