News

PUPKIN KABARETT Maledetta primavera

Chiedere a quelli del Pupkin cosa faranno, lunedì 21 marzo al Teatro Miela, è un’impresa ardua: “Sarà tutto un “che fretta c'era maledetta primavera”, sì, sulle note della famosa canzone di Loretta Goggi si aprirà la serata del cabaret più bio e terapeutico della Venezia Giulia. Confidiamo nel nostro pubblico affezionato, che venendo agli spettacoli del lunedì sera pensa: c’è chi sta peggio di noi, abbiamo delle speranze”. Proviamo, allora, a chiedere dei musicisti: “Sarà riconfermata la presenza dei Sconti”, un trio musicale che solitamente si esibisce dietro le quinte. Ma la storica Niente Band del Pupkin verrà presto riconvocata per le prossime partite”.

Lunedì la formazione titolare in campo sarà composta da Laura Bussani, Stefano Dongetti, Alessandro Mizzi, Massimo Sangermano. In panchina, sempre pronta a entrare in campo Erin McKinney”.

Qualcosa ce lo spiegano, a modo loro: “Lo spettacolo sarà diviso in due parti. La prima parte: chi siamo? La seconda: dove andiamo? E i due temi potrebbero anche essere invertiti all'ultimo momento”. Non c’è speranza: proviamo a chiedere dei temi che affronteranno: “Da sempre il Pupkin si è occupato di cronaca nazionale e locale, ma in questo contesto internazionale che stiamo vivendo le beghe di casa nostra appaiono ininfluenti. Ciò nonostante restiamo obbligati a occuparci di temi locali. Non vorremmo che, mentre la nostra attenzione è rivolta altrove, qui si progetti un futuro insostenibile pieno di ovovie, parchi del mare, supermercati. Uno dei nostri compiti è senz'altro quello di presidiare la città e il territorio all'insegna del buon gusto e dell'eleganza. La supervisione, poi, è sempre di Paolo Rossi.”. Perché venire al Pupkin, gli chiediamo: “Venire al Pupkin ha tutta una serie di vantaggi: l'entrata è facoltativa ma l'uscita è obbligatoria. Il parcheggio di fronte al Teatro Miela dopo le 20 è gratuito e da un po' di tempo al bar ci sono anche i toast vegetariani!”.

https://www.miela.it/pupkin-kabarett-44/