Presentazione del libro (Pacini Editore) alla presenza della psichiatra Giovanna Del Giudice, dello scrittore Pino Roveredo e del regista teatrale Claudio Ascoli.

Un libro a più mani,  tanti autori, ricchissimo il materiale iconografico. Emozioni, interrogativi, felicità… in una stretta di mano collettiva che accomuna chi ha creduto nell’utopia di San Salvi.
Nel 1997, quando San Salvi era ancora il manicomio di Firenze, i Chille de la Balanza – storica compagnia del magico teatro napoletano degli anni settanta – bussarono alla porta della Tinaia, il Centro di attività espressive…per i matti. Erano alla ricerca di un luogo in cui realizzare uno spettacolo da un testo di Artaud su Van Gogh. Furono accolti con entusiasmo ed ospitati da Dana Simionescu e da Carmelo Pellicanò, ultimo direttore del manicomio fiorentino: la loro presenza, prevista per una quindicina di giorni… è proseguita sino ad oggi! Fu Pellicanò a chiedere alla compagnia teatrale di accompagnare l’uscita degli ultimi matti con il contemporaneo ingresso della città a San Salvi. Un fatto unico in Italia.
Il teatro dei Chille ora è diventato anche un libro a più voci: Matteo Brighenti, Pietro Clemente, Franco Corleone, Antonella D’Arco, Peppe Dell’Acqua, Carlo Orefice e Concetta, Giannantonio, Rosaria, Pierluigi, Emanuele Pellicanò. Con una ricchissima parte iconografica con foto di Massimo Agus, Marco Ascoli, Mario Dondero, Cristina Giaquinta, Paolo Lauri, Ivan Margheri, Max Pruneti.

La presentazione del libro accompagna spettacoli dei Chille in molte città italiane: Firenze, Trieste, Rovigo, Torino, Roma, Napoli, …

organizzazione: Bonawentura

Ingresso libero

 

Leggi di più