SOLO CHI CADE PUÒ DISTENDERSI

di Stefano Dongetti
con Stefano Dongetti
musica live Franco “Toro” Trisciuzzi

Sono tante le domande che affollano le menti degli uomini e delle donne di questo secolo, anche se il contenitore delle domande delle donne è decisamente migliore. Ad esempio: se percorri il cammino di Santiago a passi all’indietro diventi ateo? Perché viviamo, perché moriamo e come mai non c’è Trip Advisor per l’aldilà? Uno show che dice basta alla satira politica e sostiene la satira poetica e che fornirà  preziosi consigli su come affrontare una tigre inferocita usando il pensiero positivo. Uno spettacolo che ci parla anche delle nostre paure, come quella di mettere una mano nella la tasca della giacca e precipitarci dentro. Questo e molto altro ancora dalla mente di un uomo il cui sogno è “salire su una cima dell’Himalaya e piantare un cartello con la scritta: affittasi garage”.

Dongetti è riuscito a dare vita a un monologo comico di assoluta qualità costellato di battute assolutamente non scontate. I brani egregiamente eseguiti dal bluesman Franco “Toro” Trisciuzzi hanno poi arricchito la serata
Fabio Dalmasso

Quello di Dongetti è un umorismo anglosassone, se ne apprezza la freddezza ma anche la totale assenza di turpiloquio. Sono battute che a volte hanno necessità di tempo per aggrapparsi ma la cui deflagrazione a tempo arriva ancora più  potente”.
L. Palumbo e F. Caperchi, La Nuvelle Vogue Magazine, https://bit.ly/2KxPUCi

Produzione Bonawentura sc 2017

Leggi di più