Teatro e Cabaret

La prosa curiosa

POLLI D’ALLEVAMENTO

di Giorgio Gaber e Sandro Luporini
interpretato da Giulio Casale
basi musicali originali di Franco Battiato e Giusto Pio
produzione Compagnia Giulio Casale

‘Polli d’allevamento’, presentato dal Piccolo Teatro di Milano nel corso della stagione teatrale 1978/1979, è stato sicuramente uno dei più importanti spettacoli scritti e interpretati da Giorgio Gaber negli anni ’70, che chiudeva un decennio contrassegnato da eventi teatrali memorabili iniziati con ‘Il Signor G’, poi proseguito con ‘Dialogo tra un impegnato e un non so’, ‘Far finta di essere sani’, ‘Anche per oggi non si vola’ e ‘Libertà obbligatoria’. È nel corso di quegli anni che Giorgio Gaber si afferma come protagonista assoluto del teatro italiano e al tempo stesso come riferimento critico ed illuminante per un’intera generazione. Giulio Casale ha coraggiosamente accettato l’invito della Fondazione Gaber, tutt’altro che privo di rischi, di riallestire questo testo, una sfida che ha visto Casale trionfatore in una lunga tournèe nei teatri italiani.

“C’è qualcosa di eccelso nella prosa, nella cifra linguistica scelta, nella musicalità (forse mai così espressiva) impreziosita dalle orchestrazioni di Franco Battiato, e c’è qualcosa di realmente dirompente a livello dei contenuti che per l’appunto lo confermano, non solo attuale, ma direi addirittura necessario anche ora, quasi quarant’anni dopo.
Per me l’ennesima occasione d’un atto d’amore verso un artista la cui lezione di libertà e di rigore, vista allora, non avrei più dimenticata. “
Giulio Casale

Nel ri-allestimento dell’opera si è voluta mantenere una fedeltà assoluta alla produzione originale del 1978. Le basi musicali dello spettacolo sono quelle utilizzate dallo stesso Giorgio Gaber e splendidamente arrangiate da Franco Battiato e Giusto Pio, così come l’impostazione delle luci di scena ricalca fedelmente il disegno originale.
La vera posta in gioco di questa proposta è dimostrare la grande attualità dell’opera di Gaber, la forza straordinaria della sua scrittura e della sua musica che lo consacrano tra i classici del teatro
italiano.

organizzazione: Bonawentura

Ingresso € 15,00 riduzioni convenzionate € 12,00. Abbonamento alla rassegna (10 spettacoli + 1 serata Pupkin Kabarett) € 100,00. Abbonamento a 5 spettacoli a scelta € 60,00. Super green pass e mascherina FFP2 obbligatori. Prevendita: c/o bigietteria del teatro (tel. 0403477672) tutti i giorni dalle 17.00 alle 19.00. www.vivaticket.com

Nella stessa categoria