Uncategorized

SPIAGGE, NAUFRAGI, POLPI E PALOMBARI
Il mare da ridere di Achille Campanile

SPIAGGE, NAUFRAGI, POLPI E PALOMBARI <br>
Il mare da ridere di Achille Campanile Featured Image

Nell'ambito de La Notte Blu Bonawentura/Teatro Miela propone un reading musicale (una lettura insomma ma fa più figo dire reading)  di brani  tratti da varie opere di Achille Campanile a tema marittimo.
Reading a cura della Compagnia “Instabile” del Pupkin Kabarett.
Con Stefano Dongetti, Laura Bussani, e Alessandro Mizzi accompagnati al pianoforte da Riccardo Morpurgo.

Dopo questa ultima performance, la Notte dei Teatri prosegue sempre a Teatro Miela con una festa  danzante, con la musica selezionata da Dj Laura Palmer e Dj Fab.

Nelle settimane che precedono la “Barcolana” tutto e tutti a Trieste vivono e parlano di mare, di vele, di vento… È dunque sembrata la cosa più naturale che a tale meravigliosa energia dessero voce anche i teatri della città: l’appuntamento è per la notte del 3 ottobre, la “Notte blu” dei Teatri.Da tempo le principali strutture teatrali che hanno sede nel capoluogo regionale hanno avviato una serie di incontri per individuare nuove forme di collaborazione, fra cui la più opportuna e desiderata è apparsa immediatamente la creazione di un’iniziativa che accomunasse tutti i teatri, per essere offerta alla città.L’entusiasmo e la poesia legati alla Coppa d’Autunno, hanno dato sostanza a tali aspirazioni: ed ecco la Fondazione Teatro lirico “G. Verdi”, il Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia, il Teatro Stabile Sloveno, La ContradaTeatro Stabile di Trieste e Bonawentura/Teatro Miela impegnati nella realizzazione di questa inedita e particolarissima “Notte Blu”.Si svolgerà come un itinerario: per una notte, a partire dalle ore 21 e fino alle 24, il pubblico potrà spostarsi fra le diverse sale teatrali della città ed in ognuna potrà assistere ad un’azione diversa legata al tema del mare. Ci potranno essere musica, letture, video, installazioni… Certo è che le varie azioni saranno organizzate secondo una successione precisa, in modo che gli spettatori siano liberi di vivere la loro “Notte blu” visitando tutti o solo alcuni teatri, certi di godere in ognuno di una performance completa: evento unico saranno l’apertura della “Notte Blu” al Teatro Verdi alle ore 21 e la conclusione festosa al Teatro Miela alle 00.59. Al Politeama Rossetti, al Teatro Sloveno e al Teatro Bobbio invece, le performance si ripeteranno tre volte, alle 22, alle 23 e alle 24. Ognuna di esse avrà una durata di 25/30 minuti, così da permettere lo spostamento del pubblico da una sala all’altra.

Programma della serata:

Teatro Lirico “Giuseppe Verdi” – ore 21.00:
CONCERTO DEDICATO AL MARE
L’Orchestra e Coro della Fondazione Teatro Lirico Giuseppe Verdi di Trieste con Stefano Furini direttore e violino solista eseguono tre brani di straordinaria suggestione per iniziare “i navigatori” a un vero viaggio marinaro.

Politeama Rossetti – ore 22.00, 23.00 e 24.00:
NEL GOLFO DI TRIESTE
dai racconti di Giani Stuparich, Virgilio Giotti e Stelio Mattioni
con Ester Galazzi e Andrea Germani
musiche dal vivo eseguite dal Quartetto Iris.

Kulturni Dom – ore 22.00, 23.00 e 24.00:
ALMOST BLU(E)
Percorso acquatico asciutto alla scoperta del Teatro Stabile Sloveno.

Teatro Orazio Bobbio – ore 22.00, 23.00 e 24.00:
QUIETI MARI IN TEMPESTA
brani da Herman Melville e Samuel Taylor Coleridge
scelti da Elke Burul con la collaborazione di Pietro Spirito
regia di Elke Burul
con Valentino Pagliei, Francesco Godina e Enza De Rose
visual artist Emiliano Grusovin.

Teatro Miela – the last before the night – ore 00.59:
SPIAGGE, NAUFRAGI, POLPI E PALOMBARI – Il mare da ridere di Achille Campanile
reading a cura della compagnia “Instabile” del Pupkin Kabarett.

Nella stessa categoria