Uncategorized

STUPIDORISIKO
una geografia di guerra
di Patrizia Pasqui

Si vuole raccontare una geografia di guerra. Una geografia, cioè, dove non contano i confini, il fiume più lungo, la vetta più alta, ma ciò che conta è , ad esempio una linea: la “linea degli Ossari”, che ha attraversato l’Europa e lungo la quale milioni di persone hanno perso la vita a causa di una guerra.

Il racconto teatrale parte dalla Prima Guerra Mondiale e arriva alle guerre dei giorni nostri, attraverso episodi – tutti storicamente documentati- emblematici della guerra.
Essi si susseguono in modo cronologico e sono intervallati dalla storia di un marine, che parla toscano, e che rappresenta il soldato di oggi. I suoi racconti, veri, sono tratti dal libro di Colby Buzzell ( Ammazzare il tempo in Iraq ) soldato americano autore del blog sulla guerra in Iraq più famoso negli Stati Uniti, tanto che il Pentagono lo ha fatto chiudere.

Il finale dello spettacolo ci mette di fronte alle scelte cui ciascuno di noi è chiamato a fare e che, cosciente o meno, sta facendo.

Tutto questo ci sembra possa valorizzare e divulgare l’ impegno di Emergency contro la guerra.

Nella stessa categoria