Teatro e Cabaret

Let's play - 3 Teatri al Sartorio

TOPOLINI

TOPOLINI Featured Image

di e con Luigi Orsini
produzione Bonawentura-Teatro Miela

Non è il classico rifugio per turisti, non si distingue per le spiagge sabbiose e per l’atmosfera idilliaca e non può nemmeno dirsi essere una silenziosa oasi di pace, ma è qualcosa di più.
Per i triestini è un luogo dove si rivelano tramonti spettacolari, ci si tuffa vicino all’aspro promontorio di bianca roccia dove domina il Castello di Miramare a picco sul mare, con alle spalle il Carso e si può godere poi dell’ombra degli alberi, ovvero in un’unica parola… Topolini!
Ma che cos’è a rendere unico e affascinante questo peculiare lido? Le persone che lo popolano: i Triestini. Osservati da un forestiero con i suoi stereotipi, gli anziani triestini vengono visti ora sotto una diversa luce.

Luigi Orsini mette in scena un monologo comico basato sulla propria storia personale. Dall’Abruzzo a Trieste, il protagonista per potersi mantenere lavora come bagnino proprio presso i “Topolini”. Ed è lì che osserva le persone uniche che lo frequentano, i veri protagonisti dello spettacolo. In un connubio di conversazioni dialettali e aneddoti esilaranti, viene ricreata l’atmosfera tipica triestina vista dagli occhi di uno “straniero”, all’interno della quale potersi immergere per osservare ciò che rende questo luogo così speciale. Una storia che i Triestini non potranno che amare divertendosi.

Luigi Orsini si diploma a Roma, presso la Stage Academy diretta da Patrick Rossi Gastaldi. Successivamente continua la sua formazione presso il TMO di Palermo dove approfondisce il lavoro dell’attore sul corpo e va in scena con lo spettacolo di teatro-danza “Quaderni di Malte” per la regia di Claudio Collovà. Svolge diversi seminari tra cui “Pensare per azioni” di Eugenio Barba e “Commedia dell’arte” con Carlo Boso. Nel 2018 giunge a Trieste per partecipare allo spettacolo “Pericoloso a sé e agli altri” per la regia di Tullia Alborghetti, spettacolo presentato al “Lunatico Festival”. Sempre a Trieste partecipa anche allo spettacolo “I Fabbri” diretto da O. Soffici. Nel 2019 inizia la collaborazione con Hangar Teatri come insegnante di teatro per l’infanzia e contemporaneamente come attore. Durante la pandemia scrive “Topolini”, un monologo comico basato sulla sua esperienza personale di bagnino presso il famoso lido triestino.

Nella stessa categoria