Stop a cinema e teatri dal 26 ottobre e almeno fino al 24 novembre è quanto disposto dal nuovo Dpcm
pertanto l’evento è rinviato a data da destinarsi.
Continuate a seguirci sui social media e tenetevi informati sulla futura attività del teatro.

___________________________________________________________________________________________

Joel Frederiksen – voce, liuto
Domen Marinčič – viola da gamba

Nel corso del tempo cambiamo tutti o, come diceva il filosofo greco Eraclito: “Tutto cambia e niente si ferma”. Time has told me, una canzone scritta negli anni ’60 da un giovane cantautore inglese, Nick Drake, racconta di sentimenti che solo il tempo può insegnarci.
Una canzone scritta 400 anni prima da un altro cantautore inglese, John Dowland, Time stands still, descrive lo stato prezioso dell’essere nel momento in cui tempo è sospeso. Per citare ancora Eraclito: “Non puoi entrare due volte nello stesso fiume” e “Tutto scorre”. Non c’è da stupirsi se Nick e altri poeti usano così spesso l’acqua come metafora del tempo nei loro testi, perfetto paragone della sua ineluttabilità: e nel tentativo di venire a patti con questo mistero del tempo, sui suoi effetti, la lotta contro di esso e, in definitiva, l’accettazione del movimento e del flusso, offro la mia canzone Ocean.
Quando Nick Drake morì, aveva solo 26 anni, ma aveva già registrato tre album straordinari in cui la melancolia ha toni dolci, di una intensità indimenticabile, come quella espressa da John Dowland, vissuto all’epoca di Elisabetta I.
Artista molto diverso, dalla lunghissima carriera è stato Leonard Cohen (1934-2016). Nato a cresciuto a Montreal, poeta e romanziere, la sua carriera musicale inizia appena a 33 anni. In lo collegheremo, musicalmente e poeticamente, alla canzone del Rinascimento francese trovando legami musicali tra la musica di Cohen e il repertorio antico: Suzanne con Susanne ung jour di Orlando di Lasso o Hey, that’s no way to say goodbye con Adieu mes amours di Josquin des Prez in nuovi arrangiamenti, influenzati dal passato, ma aggiornato al presente.

Questo programma è un tentativo di accettare la legge del tempo, che è la legge del cambiamento, prendendo musica da luoghi ed epoche diverse, per raggiungere il presente, forse per un attimo sospendere il Tempo, in un momento sospeso, perfetto stato di libertà gioiosa a cui l’Arte da sempre aspira.

organizzazione: Associazione Epicantica in collaborazione con Bonawentura

Ingresso € 10,00, ridotto AmiciWK € 7,00, ridotto GiovaniWK & SostenitoriWK € 5,00. Il Teatro Miela mette in atto tutti i procedimenti di sanificazione, distanziamento e protezione che permettono di assistere agli spettacoli in modo sicuro. Il locale viene igienizzato prima di ogni manifestazione e l’uso della mascherina è obbligatorio sempre anche durante lo spettacolo. È importante mantenere il metro di distanziamento interpersonale, facendo soprattutto attenzione durante l’entrata e l’uscita. Per agevolare e velocizzare le operazioni d’ingresso, in modo da non creare code all’esterno del Miela (in particolar modo nelle giornate invernali), è consigliabile acquistare i biglietti in prevendita: online su www.vivaticket oppure presso la biglietteria del teatro tutti i giorni dalle 17.00 alle 19.00. Inoltre è possibile effettuare una prenotazione (fornendo i dati personali nome, cognome e recapito telefonico) scrivendo a biglietteria@miela.it o telefonando al 040365119, in questo caso i biglietti verranno riservati fino le 19.00 del giorno precedente lo spettacolo c/o la biglietteria del teatro).

 

 

Acquista ora il tuo biglietto!

06
venerdì
novembre
ore 20:30
Biglietti
Inizio Prevendita
Ingresso € 10,00, ridotto AmiciWK € 7,00, ridotto GiovaniWK & SostenitoriWK € 5,00. Prevendita c/o biglietteria del teatro (tel. 0403477672) tutti i giorni dalle 17.00 alle 19.00