Musica

Protagoniste

LILI REFRAIN

LILI REFRAIN Featured Image

Polistrumentista, compositrice e performer con base a Roma e attiva da tempo nel circuito musicale underground, si è imposta grazie ad una forte componente performativa, una vena altamente rituale ed evocativa ed uno stile unico grazie alle continue stratificazioni di suoni che mescolano generi musicali diversi. Utilizza la chitarra elettrica, le percussioni (come il tamburo giapponese taiko), il sintetizzatore e le espressioni vocali dal throat singing alla lirica, sovrapponendo il tutto in tempo reale attraverso una loop station e senza utilizzare alcun computer o tracce preregistrate. L’atmosfera che evoca copre ampi territori sonori combinando trame minimaliste, folk, psichedeliche, blues, metal, liriche. I suoi brani sono intrisi di energie rituali e le sue esibizioni dal vivo sono un’esperienza viscerale e catartica che guida l’ascoltatore attraverso un atto ipnotizzante e indimenticabile.

Negli anni, ha avuto un’intensissima attività live in Italia e Europa e ha pubblicato vari album ed EP.
Grazie alla sua perseveranza nel proporre il suo progetto artistico originale e di forte impatto, dopo l’uscita del suo quinto album MANA(Subsound Records – 2022), Lili Refrain è approdata sui palchi dei più prestigiosi festival europei come Roadburn, Hellfest, Desertfest, Inferno, Motocultor e molti altri, rivelandosi come l’astro nascente della ritualità archetipica. La sua performance dal vivo riesce ad arrivare molto in profondità a livello comunicativo mostrando una potenzialità e una forza espressiva capaci di raccogliere e polarizzare attenzioni e curiosità. Non fare uso di un linguaggio verbale semantico, la porta a non avere confini linguistici e questo le permette di non avere limiti o condizionamenti geografici come potrebbe capitare in altri contesti.

Ad inizio 2023, un lungo tour di tre mesi l’ha vista impegnata in tutta Europa e UK assieme ai leggendari HEILUNGche se ne sono innamorati assistendo alle sue performance dal vivo e, subito dopo, ha seguito la storica band dei THE CULTcome support act nel loro tour Europeo.

A novembre ha chiuso l’anno unendosi ai DEATH CULTper il loro tour commemorativo “83-23”nel Regno Unito/Irlanda.