Musica

GIUSEPPE GUARRERA 

<strong>GIUSEPPE GUARRERA </strong> Featured Image

Pianoforte

Robert Schumann (1810 – 1856)
Fünf Albumblätter op.124 from Bunte Blätter Op. 99 

Fantasiestücke op.12
1.Des Abends (A sera) – Sehr innig zu spielen
2.Aufschwung (Slancio) – Sehr rasch
3.Warum? (Perché?) – Langsam und zart
4.Grillen (Chimere) – Mit Humor
5.In der Nacht (Nella notte) – Mit Leidenschaft
6.Fabel (Favola) – Langsam
7.Traumes Wirren (Sogni inquieti) – Aeusserst lebhaft
8.Ende vom Lied (Fine del canto) – Mit gutem Humor

Franz Liszt (1811 – 1886)
Tre sonetti del Petrarca S 270
1.Sonetto 104 – Pace non trovo – Agitato assai
2.Sonetto 47 -Benedetto sia il giorno – Lento, ma sempre un poco mosso
3.Sonetto 123 – I’ vidi in terra angelici costumi – Andante

Venezia e Napoli
1.Gondoliera – Quasi allegretto
2.Canzone – Lento doloroso
3.Tarantella – Presto

Giuseppe Guarrera
Nel 2017 al “Concorso pianistico internazionale di Montreal” Giuseppe Guarrera si è aggiudicato il Secondo Premio e cinque premi speciali (premio del pubblico, premio Bach, Chopin, per il miglior recital in semifinale e per la migliore esecuzione del brano commissionato).
Nato in Sicilia nel 1991, si è perfezionato a Berlino presso la “Barenboim-Said Akademie”, sotto la guida di Nelson Goerner, ottenendo il diploma a pieni voti nel luglio 2018. In precedenza ha studiato con Giuseppe Cultrera e poi con Siavush Gadjiev a Gorizia, e a Berlino ha frequentato il master alla Hochschule für Musik Hanns Eisler con Eldar Nebolsin.
Nel 2018 ha inoltre fatto parte della Verbier Festival Academy, dove ha ricevuto il Premio speciale della Fondazione Tabor, ha ottenuto una borsa di studio dal Klavier-Festival Ruhr in Germania, ed è stato selezionato tra i vincitori dello “Young Classical Artists Trust (YCAT)”, premio assegnato ogni anno alla Wigmore Hall di Londra.
Si è esibito come solista con la Liverpool Philharmonic Orchestra, la Royal Philharmonic Orchestra, l’Orchestre Symphonique de Montréal, l’Orchestra del Teatro La Fenice di Venezia, con direttori quali Flor, Petrenko e Kitajenko.
Collabora stabilmente con il Pierre Boulez Ensemble di Berlino, con il quale, sotto la direzione di Daniel Barenboim, ha eseguito la prima assoluta del Concerto di Benjamin Attahir, nella settimana inaugurale della Boulez Saal nel 2017.
Ha suonato in numerose sale europee, tra le quali la Wigmore Hall di Londra, Fondation Louis Vuitton a Parigi (ciclo “Nouvelle Génération” 2018), Boulez Saal a Berlino, Klavier-Festival Ruhr in Germania, Leeds International Concert Series, Royal Conservatoire di Birmingham, Studio Flagey a Bruxelles, Sony Auditorium di Madrid, Leeds University, Teatro la Fenice di Venezia, Teatro Ponchielli di Cremona, Teatro Verdi di Trieste.
Attivo anche sul fronte cameristico, invitato già al Festival di Rolandseck da Mihaela Martin e al Festival di Gerusalemme da Elena Bashkirova, si esibisce con solisti quali Pascal Moragues, Ramon Ortega Quero, Jiyoon Lee, Mayumi Kanagawa, Ben Goldscheider, Alexander Warenberg.
Altri riconoscimenti negli anni precedenti sono stati il s
Secondo Premio al “J. Mottram International Competition” a Manchester nel 2015, e il “Premio Venezia” ricevuto nel 2010 dal Teatro La Fenice. Ha partecipato a master class con Daniel Barenboim, Ferenc Rados, Mikhail Voskresensky, Sergei Babayan, Richard Goode e Michel Béroff, ed insegna attualmente presso la Barenboim-Said Academy di Berlino.

Nella stessa categoria

Ven 10 Feb 21:00H

Miela Music-Live