Musica

TRIO SMUKLER – ADKINS – PLANO

TRIO SMUKLER – ADKINS – PLANO Featured Image

trio con pianoforte

Sergej Vasil’evič Rachmaninov (1873 – 1943)
Trio élegiaque in sol minore n.1
Lento lugubre – Più vivo – Con anima – Appassionato – Tempo rubato – Risoluto

Sergej Vasil’evič Rachmaninov (1873 – 1943)
Trio élegiaque in re minore n.2 op.9
1.Moderato – Allegro vivace
2.Quasi variazione. Andante 
3.Allegro risoluto – Moderato


Laurie Smukler
Ammirata per la sua vivida intensità musicale e la bellezza del suo suono, Laurie Smukler è un’artista attiva come solista e concertista, oltre a essere una ricercata camerista. Ha iniziato il suo percorso di studi al Cleveland Institute of Music, con Margaret Randall, esibendosi molto presto, vincendo concorsi locali e suonando come solista con la Cleveland Orchestra all’età di quattordici anni. Si è diplomata alla Juilliard School, dove ha studiato con Ivan Galamian.
La carriera della Smukler è notevole: come solista ha vinto diversi concorsi in giovane età, come ad esempio la Erie Philharmonic. Come concertista suona regolarmente in grandi centri come New York, Philadelphia e molti altri. Viene spesso invitata come ospite a presentare master class nei conservatori e nelle scuole di musica negli Stati Uniti. Come fondatrice originale e Primo Violino del Mendelssohn String Quartet, ha passato otto anni con questo gruppo, viaggiando ed esibendosi in vari paesi. Ha anche partecipato a tournée come Primo Violino di due quartetti d’archi affiliati alla scuola: il Bard Festival String Quartet e il Purchase Faculty String Quartet. Con suo marito, il violinista Ira Weller, ha diretto e suonato nella “The Collection in Concert” alla Pierpont Morgan Library, per oltre dieci anni. In questa serie, la Smukler ha collaborato con molti grandi artisti, incluso Dawn Upshaw e James Levine, Phylis Bryn Julson e Peter Serkin. Suona regolarmente alla chamber music series, Da Camera di Houston e Capitol Concerts in Montpelier Vermont. Smukler è un’insegnante appassionata e dedita al lavoro, ha insegnato alla facoltà di Violino e di Musica da camera alla Juilliard School nel 2013 e ha lavorato alla Manhattan School of Music, al Conservatory of Music at Bard College e al Mannes College. È stata per diciotto anni Professore di Violino e Musica da Camera al Purchase College Conservatory of Music. È stata ospite a molti eventi estivi, quali il Santa Fe Chamber Music Festival, il ChamberMusic Northwest e il Bard Festival, tra i vari. Laurie Smukler ha inoltre un particolare interesse per la musica contemporanea e ha eseguito diverse prime esecuzioni di compositori come R. Wernick, N. Rorem, M. Subotnik, S. Paulus, S. Ran, B. Adolphe. Suona un violino Petrus Guarnerius costruito a Venezia nel 1738 e ha registrato per Music Masters.

Darrett Adkins
Il violoncellista Darrett Adkins svolge una ricca attività musicale come insegnante e artista. Insegna alla facoltà di Violoncello e Musica da camera alla Juilliard School e all’Oberlin Conservatory of Music ed è stato ispirazione per diversi compositori che hanno creato nuove opere per lui, apportando un grande contributo nell’espandere e arricchire il repertorio per violoncello e orchestra. In aggiunta ai concerti scritti per lui da Su Lian Tan e Philip Cashian, che ha registrato nel suo album “Myth and Tradition”, con Tim Weiss e la Oberlin Contemporary Music Ensemble, ha partecipato alla prima esecuzione del Concerto di Stephen Hartke “Da Pacem” con Robert Spano e la Oberlin Orchestra. Ha inoltre commissionato e preso parte alla prima esecuzione del Concerto di Jeffrey Mumford “billowing pockets, brightly layered”, con la Cleveland Chamber Symphony. Altre importanti premières negli Stati Uniti includono la prima performance a New York del Concerto di Rolf Wallin “Grund”, alla Carnegie’s Zankel Hall, “Tenebrae” di Arne Nordheim con PerBrevig alla Alice Tully Hall e il Concerto per Quattro Strumenti di Messiaen alla Carnegie Hall. Ha tenuto il suo debutto professionale alla Aspen eseguendo i “Messagesquisses” di Berio con James Conlon e ha poi eseguito un repertorio classico e contemporaneo con la Aspen Festival Orchestra, la Aspen Chamber Symphony e la Aspens Philharmonic. A New York ha preso parte alla prima esecuzione della XIV Sequenza per violoncello solo di Berio e successivamente l’ha registrata con Naxos per completare l’intera serie di Sequenze. Appassionato camerista, Adkins si esibisce regolarmente negli Stati Uniti e in Europa con il Lions Gate Trio, residente alla Hartt School. È membro fondatore dello Zephyr Trio e del Flux Quartet, con cui ha eseguito la prima performance completa del Quartet II di Morton Feldman, che ha successivamente registrato per Mode Records. Ha registrato con il Juilliard Quartet ed è stato ospite a numerosi grandi festival, compresi quelli di Melbourne (Australia), Oslo Chamber Music (Norvegia), Ojaj, Aspen, Tanglewood, Kneisel Hall, Rio Cello Encounter (Brasile), il Sitka International Cello Seminar e Chattaqua. Ha eseguito il repertorio per violoncello con la Orchestra of St. Luke, con la Tokyo Philharmonic (Orchard Hall), la SuWon Philharmonic (Seoul National Arts Center), la National Symphony of the UFF in Rio de Janeiro, e le orchestre del New Hampshire e North Carolina. Ha suonato per il Re di Norvegia e ha ricevuto la American Scandinavian Foundation’s Cultural Arts Grant per la sua promozione della musica norvegese e dei musicisti norvegesi. Ha raggiunto la Amazon’s Top Ten Classical Regordings con le sue registrazioni per duo di Ravel, Kodaly e con le Sessioni con il violinista Gil Morgenstern. La sua prima pubblicazione con Oberlin Music è stata la registrazione del solo Hypersuite II, che comprende musiche di Bach assieme a opere di compositori contemporanei. Darrett si è diplomato alla Oberlin, Rice e Juilliard e ha studiato con Norman Fischer e Joel Krosnick.

Roberto Plano
Vincitore del Concorso Pianistico Internazionale di Cleveland 2001 e dell’American Prize nel 2018, e premiato ai concorsi Van Cliburn, Honens, Dublino, Sendai, Geza Anda e Valencia, Roberto Plano si esibisce regolarmente in tutto il mondo. Ha inciso per Decca, Brilliant, Azica, Arktos, Sipario, DaVinci, Concerto, ottenendo cinque stelle da diverse riviste musicali. Il critico musicale del New York Times Anthony Tommasini ha dichiarato: “Questo pianista italiano ha mostrato maturità artistica oltre i suoi anni… c’era una meravigliosa chiarezza e controllo delle voci interiori nelle sue esecuzioni…”. Ha studiato al Conservatorio Verdi di Milano, all’Accademia del Lago di Como e all’Ecole “Cortot” di Parigi, dove ha conseguito il Diplôme Supérieur de Concertiste. Nel 2016 è diventato il primo pianista italiano chiamato a ricoprire il ruolo di titolare di una Cattedra di Pianoforte della Boston University, diventando in breve tempo uno dei docenti più ricercati negli USA. Dal 2018 è titolare di una Cattedra di Pianoforte presso una delle istituzioni musicali più prestigiose al mondo, l’Indiana University Jacobs School of Music.

Nella stessa categoria

Ven 10 Feb 21:00H

Miela Music-Live