Teatro e Cabaret

APERIPUPKIN

lo Show con l'aperitivo intorno

APERIPUPKIN Featured Image

Il Pupkin è morto, viva il Pupkin!

Sì, lo sappiamo, pensavate tutti che eravamo scomparsi. Ma siccome anche la via del tramonto si era stufata di noi, siamo tornati per divertirci ancora un po’. Diciamo pure che il Pupkin Kabarett è come l’Araba Fenice: una cosa che rinasce e che simboleggia la capacità di far fronte alle avversità coltivando le risorse che si trovano dentro di noi, ovvero l’aperitivo.

Dopo pandemia, guerre, cambiamenti climatici e l’insediamento del governo più a destra dal dopoguerra a oggi, vi consigliamo di venire tutti all’APERIPUPKIN: la nuova formula del PUPKIN KABARETT che porterà una notevole dose di spensieratezza alle vostre serate a prescindere da quello che vi accade intorno nel mondo reale (avviso: questo invito comico-etilico non può sostituire il parere del vostro medico o psicoterapeuta di fiducia; ma portate tranquillamente pure loro).

E di cose ne accadranno, dietro e oltre il banco del bar, per arrivare fino al palco. In quali condizioni psicofisiche non si sa, ma siamo sicuri che saprete trattenervi, sovranisti, meritori e moderati liberisti quanto basta.

Noi dal nostro canto saremo come sempre sobri, misurati e all’insegna del buon gusto e dell’eleganza, parole d’ordine che ci guidano ormai da anni. E pure supportati, in questo ‘Pupkin New Formula’, da amici come quelli di Arti Fragili, da Theo Verdiani e da altri giovani e meno giovani artisti che via via si aggregheranno sulla strada maestra che gli anziani performers sapranno tracciare in questa stagione, giusto un attimo prima di accasciarsi al suolo tra le risate del pubblico pagante.

Tra gli ingredienti del nuovo Pupkin, l’APERISHOW: ovvero gente matta già al bar; i “Grandi Classici della comicità rivisitati male”; il nuovo “Spritz Factor”; “L’inviato speciale video-periferico” e, a richiesta, anche qualche storico pezzo per la serie “Pupkin Vintage” (…d’altronde la battuta di una quindicina di anni fa e oltre “non siamo vecchi, siamo vintage” ce l’hanno fregata praticamente tutti).

Cambio d’orario obbligatorio, per comprovate esigenze di età. Le nostre prime quattro serate, da qui a dicembre (segnatevele pure con un tatuaggio maori) vedranno due lunedì e anche due speciali domeniche festivo-natalizie con orario super anticipato per venire incontro alle vostre esigenze di brindisi.

Lunedì 7 e 21 novembre
ore 18.31: AperiShow
ore 19.21: L’inevitabile e immortale Show

Domenica 4 e 18 dicembre
ore 18.01: L’inevitabile e immortale Show
ore 19.01: Aperishow

Il tutto con nuova gestione del bar.
Insomma: pagare per entrare, pregare per uscire.

Sono gradite badanti e personale infermieristico con comprovato curriculum.

Nella stessa categoria

Gio 06 Giu 21:00H / Gio 20 Giu 21:00H / Gio 27 Giu 21:00H
 Image

Let's play - 3 Teatri al Sartorio